Marcia per la Terra in Piemonte-domenica 21 aprile 2013 : In cammino per la difesa dei suoli fertili rimasti e per fermare il consumo di suolo

La continua erosione di suoli fertili causata dal dilatarsi di nuovi insediamenti edilizi residenziali e produttivi, è per l’intero Piemonte e per la provincia di Cuneo una evidente realtà, corroborata da dati scientifici che testimoniano il punto attuale di consumo del suolo.

Questo esagerato consumo pregiudica ormai la qualità della nostra vita e constatiamo ogni giorno di più che “perdere il Paesaggio” è come perdere una parte di noi stessi.

 Il suolo libero e fertile è un bene comune prezioso, come l’acqua: ne abbiamo bisogno per produrre cibo e degradare i rifiuti, per filtrare le acque e mitigare le alluvioni, per mantenere la biodiversità e assorbire il carbonio, per produrre biomassa e materie prime.

Il paesaggio ci fa respirare: è il nostro stesso respiro.

Marciare per la terra è un piccolo ma importante gesto: un gesto di speranza. Un gesto che vuole essere come un abbraccio collettivo, attraverso cui tutti possiamo manifestare il nostro amore per la terra: da persone semplici, persone normali.

Con la consapevolezza che difendendo con determinazione quella sempre più fragile parte del nostro territorio non ancora compromessa, conserveremo il capitale ereditato e garantiremo ai nostri figli una possibilità di futuro.

PROGRAMMA (IN COSTRUZIONE) DELLA MARCIA

Al mattino: si organizzeranno marce o presidi davanti ai municipi in ogni comune del Piemonte in cui la presenza di nostri sostenitori lo renderà possibile. In ogni piazza è prevista una tappa dinanzi al Municipio dove incontreremo i Sindaci e a cui consegneremo simbolicamente la scheda censimento elaborata dal Forum nazionale Salviamo il Paesaggio per registrare con esattezza l’ammontare del patrimonio edilizio esistente ma vuoto, sfitto, non utilizzato in ogni Comune.

Al momento sono note iniziative a: PROVINCIA DI ASTI: Asti e Passerano Marmorito; PROVINCIA DI CUNEO:Alba, Bra, Cavallermaggiore, Piasco, Savigliano; PROVINCIA DI TORINO: Cumiana, Rivalta di Torino

Al pomeriggio avverrà il trasferimento in pullman (per gruppi numerosi), con mezzi pubblici o in auto collettive per la grande adunanza conclusiva.

La manifestazione regionale si terrà a Cuneo dalle ore 15.00, dove convergeranno da tutto il Piemonte i gruppi e/o le singole persone.

Il comitato Salviamo il Paesaggio Cuneese ha già individuato il luogo adatto per la partenza, da cui si avvierà la marcia vera e propria che si snoderà su un percorso di circa cinque chilometri. Il gran finale si svolgerà nel centro di Cuneo, che ospiterà le parole necessarie ma soprattutto un momento di festa allietato da musica, animazioni, allegria e dagli stand di produttori locali bio (per un ristoro condiviso) e di associazioni del volontariato.

Organizzazione: Forum Salviamo il Paesaggio Piemontese-Iniziativa in concomitanza con l’Earth Day mondiale (Giornata Mondiale per la Terra).

 

Vi invitiamo a confermare a info@stopalconsumoditerritorio.it la vostra adesione al programma di massima qui tratteggiato e a suggerire proposte e idee aggiuntive, molto gradite: la riuscita della manifestazione sarà data anche dal numero massiccio di partecipanti…

 

Roberto Burdese, Alessandro Mortarino, Gino Scarsi

 

 Perché una Marcia per la Terra  a salvaguardia dei terreni liberi e fertili rimasti ?

L’occupazione di suolo fertile non è motivata dalla crescita demografica: negli ultimi 50 anni il suolo artificiale è cresciuto da 170 a 340 m² pro capite, raddoppiando nell’arco di due generazioni.

Questi sintetici dati significano diverse cose:

1. Domandarsi se i Piani Urbanistici dei nostri Comuni tengono conto dell’enorme patrimonio edilizio già esistente e non utilizzato, sfitto e vuoto (purtroppo non è così …).

2. Impegnarsi a restituire un “valore” all’attività agricola di tipo sostenibile.

3. Considerare il Paesaggio come risorsa sociale e come fruizione turistica, dunque anche come opportunità economica.

Per questo, nell’occasione della Giornata Mondiale per la Terra, il Forum nazionale Salviamo il Paesaggio ha deciso di organizzare questa sua Marcia, come momento di festa colorata capace di riunire “chi già sa” e “chi intuisce”, sfilando per le vie cittadine per lanciare un grido diretto e ficcante, da cuore a cuori:

Attenzione, non possiamo più permettere che la terra, la nostra terra, possa essere violentata per il solo interesse di pochi.

Dobbiamo fermare il suo consumo, ce lo chiedono i nostri figli e i figli dei figli dei nostri figli …